L'odore I

Olio e carbone su carta
Cm 99x151
2004

NOTE:
Autentica dell'artista su fotografia

ESPOSIZIONI:
2005, Milano, Pizzi Cannella. Canto, Studio Guastalla Arte Moderna e Contemporanea;
2016, Pietrasanta, Pizzi Cannella - Canto ritrovato, Galleria Susanna Orlando

PUBBLICAZIONI:
Pizzi Cannella. Canto,
catalogo della mostra presso lo Studio Guastalla Arte Moderna e Contemporanea, Milano, 30 novembre 2005 – 4 febbraio 2006, con testi critici di Luigi Di Corato e Raffaele Bedarida, pp. 24-25.



Impronte sulla sabbia
Abiti femminili e monili, anfore dal ventre di donna, cancelli in ferro battuto a chiudere l’accesso alla casa dell’amata, per aumentare nell’attesa il desiderio dell’abbraccio. Il colore caldo e intenso della sabbia del deserto su cui le immagini sfumano, sfrangiandosi come labili impronte. Tra le immagini di Piero Pizzi Cannella e le parole del Cantico dei Cantici, testo sacro del canone ebraico tra i più intensi e struggenti tra quelli poetici di tutti i tempi, c’è sempre stato, secondo me, un invisibile filo conduttore, quasi una “corrispondenza di amorosi sensi”.

Questa bellissima opera presentata da Studio Guastalla è parte di un ciclo, “Canto”, che l’artista ha dedicato appunto al Cantico dei Cantici, inserendo – un unicum nella sua opera – le parole in ebraico del testo che più toccavano le corde del suo animo. Poter contribuire al lavoro di un grande artista con una suggestione di lettura, e seguirne poi gli sviluppi nell’intreccio fra parole e immagini, per ospitare infine in galleria una mostra rimasta storica, è stato un privilegio di cui conservo un ricordo magico. Grazie Piero.

Silvia Guastalla

Artista
Tag: