MIART 2019

5/04/2019 - 7/04/2019

Luogo
Fieramilanocity
Viale Scarampo - Gate 5
Milano
Pad. 3 stand C 51

Per Miart 2019 proponiamo uno stand centrato sugli anni ’60 e ’70 del novecento italiano, principalmente attraverso le opere di tre artisti che li hanno interpretati con approcci diversi al tema contemporaneo del flusso ininterrotto della comunicazione e del rapporto tra arte e ipertrofia delle immagini e del linguaggio che inizia a rivelarsi in quegli anni.
Emilio Isgrò propone con le sue cancellature un’idea di “igiene del linguaggio” in cui il segno nero sul testo (o la macchia di colore coprente l’immagine, il particolare ingrandito che fa “esplodere” la figura, lo schermo grigio che annulla la scena descritta in calce) serve a mettere in evidenza le parole che rimangono dopo l’intervento cancellatore e che acquisiscono nuovo senso. Giorgio Griffa riduce l’intervento pittorico a una serie di linee, orizzontali, verticali, oblique, che segnano sulla tela grezza il passaggio della mano dell’artista in un ritorno agli elementi primari del linguaggio pittorico, come in un ripartire da zero in cui la comunicazione è ridotta a traccia, memoria. Mario Schifano è affascinato in quegli anni dalla comunicazione televisiva, dal flusso ininterrotto di immagini prodotte dal tubo catodico e dalle icone contemporanee che essa crea, e negli anni ’70 inizia a trasferire le immagini televisive su tele emulsionate, utilizzando la fotografia come strumento della sua pittura.
Opere
Artisti
Tag: