Carla ACCARDI

Biografia
Carla ACCARDI
TRAPANI 1924 – ROMA 2014

Carla Accardi nata a Trapani, studia all'Accademia di Belle Arti di Palermo e Firenze, per poi trasferirsi a Roma nel 1946.
Nel 1947 fonda con Pietro Consagra, Ugo Attardi, Antonio Sanfilippo, Giulio Turcato, Piero Dorazio, Achille Perilli e Mino Guerrini il gruppo Forma. Nel 1949 Carla Accardi sposa Antonio Sanfilippo.
I primi lavori astratti di Carla Accardi sono in bianco e nero, focalizzati sulla monocronia e le ombre, mentre dalla metà degli anni sessanta si spinge verso colori vibranti e intensi. In quegli anni l'artista abbandona  le tempere a favore di vernici colorate e fluorescenti da applicare su supporti plastici trasparenti, uscendo dalla dimensione del quadro e coinvolgendo lo spazio, con un atteggiamento che sarà importante per gli artisti dell'Arte povera. Negli anni Settanta torna agli schemi geometrici reiterati su grandi tele chiamate Lenzuoli che saranno presentati alla Galleria Editalia di Roma nel 1974. Le esperienze degli anni Settanta continueranno ad essere approfondite in una serie di installazioni fino al recupero di una dimensione più tradizionale negli anni Ottanta.
Nel corso degli anni 70 entra a far parte del movimento femminista con la critica Carla Lonzi, fondando nel 1970 il gruppo Rivolta Femminile.
Le sue opere sono presenti nelle collezioni della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, del Museo d’Arte Contemporanea del Castello di Rivoli di Torino, delle Gallerie Civiche di Modena e Bologna, del Palazzo Reale di Milano e del Museo Civico di Torino. Accardi muore a Roma il 23 febbraio 2014.

Tag: